Categories

Most Popular

Most Viewed

I Migliori Consigli Per Investire Durante La Svendita Del Coronavirus: NIENTE PANICO!

Quando l’intero portafoglio è in rosso e il mercato è nel caos, la cosa migliore che un investitore può fare è ricordare un consiglio chiave: niente panico!

A marzo abbiamo registrato la peggiore performance del mercato azionario in un solo giorno dalla crisi finanziaria del 2008. L’ S & P 500 (NYSEARCA: VOO) è sceso vicino all’8%, insieme a Dow e Nasdaq; Apple (NASDAQ: AAPL), Boeing (NYSE: BA) e Goldman Sachs (NYSE: GS), sostenitori del mercato, hanno visto le loro azioni crollare. Ma tra tutto il destino e l’oscurità, il mercato è tornato a crescere e ha registrato record.

Tuttavia, con i casi di coronavirus in aumento e il debito globale che raggiunge livelli senza precedenti, potrebbe esserci un altro crollo all’orizzonte, seguito da una recessione.

Se è così, è importante ricordare il buon consiglio di uno dei miei autori preferiti, Douglas Adams: 

Niente panico!

Rivelazione completa, Adams stava offrendo questo consiglio al protagonista del suo “ autostoppista ” Arthur Dent mentre galleggiava nel vuoto dello spazio, condannato a morire, ma è ancora applicabile qui. In effetti, lo stesso Oracle of Omaha e il leggendario CEO di Berkshire Hathaway (NYSE: BRK.B) Warren Buffett hanno dato lo stesso saggio consiglio durante l’assemblea annuale degli azionisti del Berkshire della scorsa settimana. 

Finirà il panico del coronavirus? 

Potrebbe non esserci nessuno sulla terra che potrebbe avere una risposta a questa domanda

Se la storia ci ha insegnato qualcosa, il mercato subirà un colpo breve ma costoso che passerà nel tempo, come tutte le cose. Tuttavia, l’epidemia di SARS non è arrivata da 11 anni in un mercato rialzista. Dopo la corsa al rialzo più lunga della storia, era solo questione di tempo prima che si verificasse una flessione, poiché tale è la natura del mercato azionario. 

Per metterlo nel contesto, ci sono state circa 47 recessioni negli Stati Uniti, risalenti agli Articoli della Confederazione del 1777, con una recessione media ogni 5,17 anni. È normale che Facebook (NASDAQ: FB) faccia qualcosa di losco. E proprio come le nostre reazioni agli imbrogli di Zuckerberg e Co, lo ignoriamo e andiamo avanti. Alcune recessioni sono ovviamente più gravi di altre, e nessuna più grave della Grande Recessione del 2008, che sembra aver spaventato così tanto le persone che qualsiasi segno di volatilità del mercato azionario come quello che stiamo vivendo si traduce in una vendita guidata dalle emozioni. spento. 

Il crollo di marzo è stato anche il risultato di una guerra dei prezzi intempestiva nel settore energetico, innescata dai falliti colloqui OPEC (Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio) tra Russia e Arabia Saudita a causa del crollo del prezzo del greggio nel suo peggior giorno dal 1991. Questo calo ha particolarmente colpito le società energetiche ad alto debito come JPMorgan (NYSE: JPM) e Bank of America (NYSE: BAC), che saranno costrette a investire nelle riserve per aiutare con i loro prestiti a Big Energy. 

Tutti questi fattori sono stati racchiusi in un orribile fagotto, risultando in una giornata particolarmente orribile per il mercato, e se accadrà di nuovo, non sarà la fine del mondo. 

Non tutte le azioni hanno sofferto

Capisco che quando si tratta di questioni finanziarie, è quasi impossibile non farsi prendere dal panico. Quando ho scoperto che la produzione di merce “Baby Yoda” da Hasbro (NASDAQ: HAS) sarebbe stata ritardata a causa di problemi di produzione in Cina, ho quasi scaricato ogni quota che avevo, venduto la casa e mi sono trasferito in Messico. 

Ma non mi sono fatto prendere dal panico (anche se in questo caso particolare credo che potrei essere perdonato per averlo fatto). 

Procedendo rapidamente, il mercato si è adattato e le azioni interne sono fiorite. Il potenziale isolamento delle persone infette da coronavirus ha portato a guadagni sorprendenti per alcuni stock. Il software di videoconferenza remota Zoom (NASDAQ: ZM), Teladoc (NYSE: TDOC), Slack Technologies (NYSE: WORK), Netflix (NASDAQ: NFLX) e altri è salito alle stelle.

Potrebbe esserci un vantaggio

Noi di BlogInvestimenti abbiamo una filosofia semplice: “Acquista e tieni duro finché non sei anziano”. 

Questa tesi di investimento proviene dalla scuola di pensiero di Peter Lynch e, come puoi vedere dall’andamento delle nostre azioni rispetto all’S & P 500 di seguito, quella filosofia sta dando buoni frutti, anche in mezzo al panico del coronavirus. 

Il motivo per cui acquistiamo e manteniamo è che durante periodi di turbolenza come questo, quando le azioni precipitano a destra e a manca, sappiamo che nel lungo periodo il mercato azionario è storicamente sempre salito alla fine. Ciò è spesso dovuto alla natura della capitalizzazione, poiché la ricchezza aumenta di valore nel tempo. Fu Albert Einstein che notoriamente disse: 

“L’interesse composto è l’ottava meraviglia del mondo. Chi lo comprende, lo guadagna; chi non lo fa, lo paga. “

Chi siamo noi per discutere? 

Il rendimento medio storico del mercato azionario è di circa il 10%. Raramente è effettivamente in quella fascia, ma nel complesso il mercato aumenta sempre nel lungo periodo. Tra il 2010 e il 2019, l’S & P è salito del 490%, il settore tecnologico è cresciuto di quasi il 500%, mentre in due diverse occasioni il mercato ha registrato guadagni per nove trimestri consecutivi. 

Se sei un investitore a lungo termine, l’unica domanda che dovresti chiederti quando una recessione o una correzione colpisce, è se acquistare più delle tue azioni preferite, con uno sconto aggiuntivo.

Dunque RICORDA: NIENTE PANICO!