Il bitcoin, come il mercato azionario stesso, si era ripreso dopo aver toccato i minimi durante la pandemia di coronavirus.

La valuta digitale ha raggiunto nuovi livelli dopo essersi scrollata di dosso una correzione dei prezzi, ma ora ha rinunciato a un terreno significativo.

Quindi le azioni GBTC sono un acquisto in questo momento?

Diamo un’occhiata a cos’è Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) e come funziona tecnicamente!

L’oro è stato tradizionalmente la risorsa a cui sono fuggiti gli investitori in tempi di incertezza. C’era speranza tra gli appassionati di criptovaluta che Bitcoin potesse servire come alternativa durante la crisi del coronavirus. Ma invece Bitcoin è rimasto indietro.Con investimenti speculativi e prezzi dell’oro caldi, Bitcoin è salito a fine luglio e agosto prima che i guadagni si dissolvessero di nuovo.

Un ostacolo è che gli investitori hanno opzioni limitate per ottenere l’esposizione all’asset digitale tramite il mercato azionario. Una possibilità è Grayscale Bitcoin Trust, che possiede e tiene traccia di Bitcoin.

ATTENZIONE: Più specificamente, Grayscale Bitcoin Trust traccia il prezzo del Bitcoin in base all’indice TradeBlock XBX. Ma mentre la fiducia rispecchia fedelmente la performance di Bitcoin, il prezzo delle azioni GBTC tende a superare o sottovalutare le prestazioni in base al sentimento degli investitori.

Azione GBTC: non è un’azione

 

Una cosa fondamentale da ricordare quando si considera l’acquisto di azioni di Grayscale Bitcoin Trust è che non si tratta di un vero titolo comune. 

RICORDA: Le azioni sono azioni di una società, mentre gli azionisti di GBTC possiedono una parte di un fondo concedente a tempo indeterminato!

I trust concedenti sono tenuti a detenere un portafoglio fisso, piuttosto che uno variabile. Tali trust spesso detengono materie prime e valute fisiche. In questo caso, GBTC è un trust che detiene solo Bitcoin. Tieni presente che l’Investment Company Act del 1940 non copre i trust concedenti, quindi non forniscono nessuna di queste protezioni per gli investitori. Inoltre, non possono essere regolamentati dalla Commodity Futures Trading Commission.

Tuttavia, i trust concedenti sono coperti dal Securities Act del 1933 e dal Securities Exchange Act del 1934, e devono divulgare regolarmente informazioni finanziarie.

Analisi tecnica di Bitcoin Trust in scala di grigi

 

Il prezzo delle azioni GBTC si è generalmente spostato in linea con il prezzo del Bitcoin.È uscito da questa nuova base senza manico il 22 ottobre, ed è ora ben lontano dalla sua zona di presa di profitto. Il punto di ingresso ideale era 14,88.

Tuttavia, il titolo GBTC ha subito una dolorosa inversione da quando ha toccato il massimo storico di 48,65 l’8 gennaio. Questo è stato il culmine di una rincorsa, che dice che finalmente ha superato il livello di 38,75, raggiunto al culmine della Bitcoin-mania a dicembre 2017.

C’è stata una caduta quando lo stesso Bitcoin è stato messo sotto pressione a seguito di una vertiginosa corsa dei prezzi. È diminuito di oltre il 30%, anche più del Bitcoin stesso.

Tuttavia è riuscito a trovare supporto alla sua media mobile a 50 giorni, il che è incoraggiante. I rimbalzi possono essere utilizzati come opportunità di acquisto.

La linea della forza relativa è in forte calo negli ultimi tempi. Ciò è avvenuto dopo una forte corsa iniziata a metà ottobre. Il forte calo ha visto la linea RS cadere dai massimi storici. Questo indicatore riflette la performance di un titolo rispetto all’S&P 500.

Il prezzo del Bitcoin stesso oscilla selvaggiamente, e le sue prestazioni sottolineano l’opportunità e i rischi della criptovaluta.

È crollato da quando ha raggiunto un record di quasi $ 42.000. Ora è appena sotto i $ 34.000. Ai minimi recenti, ha perso il 28% rispetto ai suoi massimi recenti. Coloro che sono saliti al vertice subiranno perdite dolorose.

Guardare più indietro sottolinea quanto sia rischioso l’asset. Ha raggiunto il massimo di $ 10.371,30 per Bitcoin il 12 febbraio, prima di subire un massiccio calo. È precipitato fino a un minimo di 4.857,10 l’11 marzo.

Bitcoin ha quindi cercato di superare il segno di $ 10.000, riuscendo finalmente a sfondare il 26 luglio. Ha continuato a spingere più in alto, ma dopo aver raggiunto $ 12.399,61 il 17 agosto è crollato, anche se poi ha riguadagnato le sue perdite durante l’attuale rally.

 

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti lo dice su Bitcoin

 

Janet Yellen, che ha appena prestato giuramento al Segretario del Tesoro, ha mostrato un tono scettico sulle criptovalute come Bitcoin durante la sua testimonianza alla Commissione Finanze del Senato.

“Penso che sia importante considerare i vantaggi delle criptovalute e di altre risorse digitali, e il potenziale che hanno per migliorare l’efficienza del sistema finanziario”, ha affermato. “Allo stesso tempo, sappiamo che possono essere utilizzati per finanziare il terrorismo, facilitare il riciclaggio di denaro e sostenere attività maligne che minacciano gli interessi della sicurezza nazionale degli Stati Uniti, e l’integrità dei sistemi finanziari statunitensi e internazionali”.

Tuttavia, “anche le criptovalute offrono potenziali vantaggi per gli Stati Uniti e i nostri alleati”. L’ex presidente della Federal Reserve sottolinea quanto sia importante esaminare i modi per “incoraggiarne l’uso per attività legittime, limitandone l’uso per attività maligne e illegali”.

Tuttavia, il prezzo del Bitcoin è diminuito drasticamente alle sue osservazioni, e sembra che svolgerà un ruolo chiave nel suo progresso in futuro.Il fatto che in precedenza abbia affermato di “non essere una fan” di Bitcoin potrebbe non essere di buon auspicio.

Il denaro affluisce alle azioni GBTC

 

Grayscale Bitcoin Trust ha affermato nel suo ultimo rapporto di aver registrato afflussi di $ 719,3 milioni nel terzo trimestre.

Inoltre, nel 2020 il patrimonio gestito è passato da 1,9 miliardi di dollari a 4,7 miliardi di dollari.

ATTENZIONE: Secondo il Trust, gli investitori istituzionali costituivano la maggior parte dei suoi titolari, con l’84% del totale. Anche il numero di investitori esteri è aumentato fino al 60%, rispetto al 55% negli ultimi 12 mesi.

 

Il leggendario investitore lancia Bitcoin

 

Un grande nome che sostiene Bitcoin è il miliardario degli hedge fund Paul Tudor Jones, famoso soprattutto per averlo raccolto durante il crollo del mercato azionario del Black Monday del 1987.

Il fondatore di Tudor Investment Corporation ritiene che il rally di Bitcoin sia ancora al “primo inning”. Vede la valuta digitale come la migliore copertura dall’inflazione.

Ha citato l’allentamento quantitativo senza precedenti della Federal Reserve come motivo per cui gli investitori cercano protezione in caso di inflazione.

“Il motivo per cui ho consigliato bitcoin è perché era uno dei menu delle operazioni di inflazione, come l’oro, come i TIPS breakeven, come il rame, come se fosse una curva dei rendimenti lunga; e sono giunto alla conclusione che il bitcoin sarebbe stato il miglior scambio di inflazione “, ha detto alla CNBC.

Negli ultimi tempi, un certo numero di grandi battitori ha acquistato Bitcoin.

La società di business intelligence MicroStrategy (MSTR) ha annunciato il 15 settembre di aver acquistato $ 250 milioni in Bitcoin.Square (SQ) ha rivelato all’inizio di ottobre un investimento più modesto di $ 50 milioni nel mercato dei bitcoin. Poiché gli acquirenti più grandi hanno acquistato più Bitcoin, l’offerta si è prosciugata. Questo fa aumentare il suo prezzo.

 

PayPal lo fa

 

Un altro fattore che ha dato una spinta ai prezzi di Bitcoin è il fatto chePayPalè entrato nel mercato delle criptovalute a ottobre.I clienti possono ora acquistare e vendere Bitcoin, e altre valute virtuali, utilizzando i loro conti PayPal.

Come l’app Square’s Cash e Revolut avevano già offerto un servizio del genere, ma sono molto più piccoli di PayPal.

Le monete virtuali devono essere utilizzate anche per effettuare acquisti dai 26 milioni di venditori che accettano PayPal. L’azienda di pagamenti ha lanciato opzioni di acquisto negli Stati Uniti, e mira a effettuare un lancio completo all’inizio del 2021.

Quando vengono effettuati gli acquisti, PayPal convertirà la criptovaluta nella valuta nazionale pertinente. Ciò significa che i commercianti non verranno mai effettivamente pagati in criptovalute.

 

Bitcoin è oro digitale?

 

Il bitcoin è talvolta chiamato “oro digitale”, migliorando i rendimenti aggiustati per il rischio dei portafogli di investimento tradizionali.

Una differenza fondamentale tra l’oro e il Bitcoin è che il primo è in realtà una risorsa fisica e ha una serie di usi, oltre ad essere una merce di scambio. Ad esempio, quasi l’80% dell’oro consumato ogni anno viene trasformato in gioielli. È anche un conduttore altamente efficiente in grado di trasportare piccole cariche elettriche.

L’oro è spesso una copertura contro l’inflazione o altre incertezze economiche o di mercato.I prezzi dell’oro hanno raggiunto livelli record, raggiungendo recentemente i $ 2.000 l’oncia. Anche i prezzi dell’argento sono saliti ai massimi pluriennali. Si sono ritirati dai picchi dei primi di agosto.

Nel frattempo, Bitcoin e strumenti correlati come GBTC non sono stati una riserva di valore durante la crisi del coronavirus.

 

Possedere Bitcoin Trust in scala di grigi è uguale a possedere Bitcoin?

Mentre GBTC è un trust che detiene solo Bitcoin, il prezzo delle azioni GBTC non corrisponde esattamente al prezzo Bitcoin sottostante. A seconda del sentiment dell’investitore, le sue azioni possono essere negoziate a un premio per le sue attività o con uno sconto alle sue partecipazioni totali in Bitcoin.

Tuttavia è il modo più veloce con cui gli investitori del mercato azionario possono ottenere l’esposizione alla criptovaluta senza effettivamente acquistare il proprio Bitcoin. Questo perché le autorità di regolamentazione non hanno approvato un ETF Bitcoin. E l’acquisto diretto di Bitcoin richiede la creazione e il finanziamento di un account separato, spesso pagando commissioni di trading elevate.

GBTC è un buon investimento?

 

Il Bitcoin Trust in scala di grigi, come il Bitcoin sottostante, è soggetto a oscillazioni selvagge. 

In definitiva, è una scommessa su Bitcoin, che è un asset speculativo più che una valuta reale. I crescenti investimenti istituzionali ne fanno una risorsa da tenere d’occhio, ma il suo recente declino ne sottolinea la natura volatile.

Il titolo GBTC ha registrato guadagni di gran lunga superiori agli S&P 500 nel 2020. Tuttavia, rimane esteso al di sopra di una zona di acquisto dopo un breakout di ottobre, che è arrivato sulla scia di un altro breakout fallito.

Coloro che cercano di investire nella criptovaluta sarebbero serviti al meglio in attesa che emerga un nuovo punto di acquisto. I tori di Bitcoin potrebbero anche utilizzare un rimbalzo dalla media mobile a 50 giorni come punto di ingresso.

Tuttavia, data la storia di cali selvaggi dell’asset, investire in questo momento potrebbe comportare pesanti perdite.

In conclusione: GBTC non è un buon acquisto in questo momento.

La maggior parte degli investitori sarebbe meglio servita studiando il mercato azionario e compilando una watchlist di società redditizie che si stabiliscono in basi adeguate, quando cercano azioni da acquistare.