Categories

Most Popular

Most Viewed

Mercati incerti: come comportarsi

Mercati incerti. Come comportarsi

Con una crescita lenta in arrivo, questo è il momento di analizzare le opportunità a lungo termine e rimanere concentrati sui propri obiettivi.

Se ritieni che le circostanze attuali abbiano creato sfide insolite per gli investitori, non sei solo.

Dai timori di una recessione globale, da un forte calo dei prezzi del petrolio e dalle forti fluttuazioni dei mercati azionari, quest’anno gli investitori hanno visto praticamente tutto tranne ciò che più desideravano: chiari segni di stabilità e crescita.

Oltre a queste considerazioni economiche, il senso generale di turbamento è aggravato dalle notizie quotidiane sulla diffusione della pandemia globale.

Gli investitori potrebbero dover prepararsi per un lungo periodo di crescita più lenta del previsto: I rendimenti combinati di azioni e obbligazioni nei prossimi 7-10 anni potrebbero essere inferiori alle loro medie storiche mentre ci allontaniamo dal precipizio associato alla pandemia da COVID-19″.

Valuta il mercato

Per gli investitori, un primo passo è considerare dove si trovano le opportunità di investimento in questo ambiente difficile e dove sarebbero le zone di pericolo.

In questo senso, guarda ai mercati globali e ai fattori economici con un’allusione hollywoodiana: “il buono, il brutto e il cattivo”:

  1. Il bene: L’economia era in una posizione stabile prima della recente asta. Non è immune dall’impatto del rallentamento economico associato a quarantene e problemi di salute, ma con l’arrivo del nuovo importante stimolo monetario dall’Europa, entro la seconda metà dell’anno dovremmo cominciare ad intravedere stabilità.
  2. Il cattivo: L’avvertenza nell’economia è il grado in cui la ripresa dalla pandemia dipenda dalle politiche governative come l’allentamento monetario, i tassi di interesse bassi e lo stimolo fiscale. Ad un certo punto, l’economia dovrà riprendersi facendo affidamento sulla fiducia dei consumatori e sulla spesa per rimanere “in carreggiata”.
  3. Il brutto: L’economia globale è in un territorio inesplorato con la pandemia da coronavirus (COVID-19). Sebbene nella storia abbiamo alcuni indicatori come l’epidemia di SARS e la pandemia di influenza spagnola dal 1918 al 1919, è molto difficile prevedere l’impatto a lungo termine sulla salute e sull’economia. Un altro elemento “brutto” del panorama globale di oggi sono i beni di consumo, guidati dalla volatilità dei prezzi del petrolio.

Strategie per andare avanti

Con queste condizioni in mente, questo potrebbe essere il momento opportuno per parlare con un consulente su come rafforzare e bilanciare il tuo portafoglio di investimenti per il futuro, tenendo sempre presenti i tuoi obiettivi a lungo termine.

Azioni: La resilienza e la crescita relativa dell’economia statunitense rispetto al resto del mondo suggeriscono una maggiore attenzione alle azioni statunitensi per le società grandi e diversificate. Hanno l’ampiezza e la profondità globali per generare crescita nonostante un ambiente debole, rispetto alle aziende più piccole. Le aziende più grandi possono anche essere una fonte affidabile di reddito da dividendi.

Aree come l’Eurozona hanno incontrato difficoltà negli ultimi tempi. A lungo termine, questi mercati dovrebbero uscire da questo contesto cupo su una base migliore, tuttavia non si può dire che Italia o Spagna si riprenderanno subito visto quello che è successo… Non è possibile.

Obbligazioni: Naturalmente, quando si tratta di reddito, gli investitori tendono a concentrarsi sulle obbligazioni, i cui guadagni fissi riducono anche il rischio complessivo di un portafoglio. Se continuiamo con tassi di interesse bassi, il rendimento delle obbligazioni potrebbe essere difficile da ottenere, il che è estremamente frustrante. Gli investitori potrebbero in alternativa concentrarsi sull’investimento in obbligazioni societarie.

Strategie di investimento diversificate: Questo potrebbe anche essere il momento per gli investitori di considerare di pensare al di là delle azioni e delle obbligazioni tradizionali, per aumentare quelli che sarebbero considerati rendimenti lenti e rischi più elevati per gli anni a venire. Queste strategie potrebbero includere investimenti alternativi come futures gestiti, hedge fund o immobili.

Poiché le opportunità sono così diverse, è importante discutere con un consulente quelle che potrebbero adattarsi meglio alle esigenze del tuo portafoglio. Il vantaggio principale è che non sono correlati agli altri investimenti, il che significa che non rientrano in azioni o obbligazioni performanti al fine di generare profitti.

Un contratto future gestito o un hedge fund, ad esempio, può essere strutturato in modo specifico per funzionare quando le azioni sono in ribasso e quindi proteggerti dai mercati volatili!

Mantieni d’occhio la liquidità

Non importa quanto bene abbiate preparato il vostro portafoglio per raggiungere i vostri obiettivi a lungo termine, un’area che gli investitori potrebbero tendere a trascurare è la necessità di rivedere periodicamente le esigenze di liquidità, specialmente durante i periodi di volatilità!

Sebbene alcune attività o classi di attività registrino buoni risultati e altre no, il saldo di liquidità originale potrebbe essere distorto. 

Ogni persona dovrebbe avere una stima della liquidità di cui avrà bisogno nel prossimo anno e assicurarsi di averla quando arriverà il momento!

Bada al contesto ma non farti sopraffare dalle notizie

Gli investitori fortemente preoccupati per la volatilità quotidiana possono essere tentati di lasciare i mercati o, al contrario, di acquistare e vendere rapidamente con l’intenzione di battere i mercati al rialzo e al ribasso, sia con svantaggi potenziali che critici. 

Ritirare significa perdere opportunità di crescita a lungo termine e pagare un premio per tornare più tardi, mentre gli sforzi per “brancolare” nel mercato generale falliscono.

È estremamente importante concentrarsi sulle strategie di investimento con in mente i propri obiettivi a lungo termine e cercare di prendere le distanze dalle notizie che ci stanno bombardando!

Sebbene gli eventi attuali possano sembrare incomparabilmente impegnativi, se si considerano gli ultimi 100 anni ci sono sempre state crisi…

Con un approccio sistematico, attenendosi a un processo e una filosofia, è possibile attraversare tempi instabili che sono inevitabili!

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su bloginvestimenti: